La Valle d’Aosta rivoluzionerà il sistema pensionistico dei consiglieri regionali

Depositato il ddl: introdurrà la contribuzione facoltativa a favore della previdenza complementare

Laurent Viérin e Andrea Rosset


Pubblicato il 29/12/2017
Ultima modifica il 29/12/2017 alle ore 17:58
aosta

Rivoluzione per le pensioni dei consiglieri regionali con la soppressione del sistema previdenziale dei consiglieri eletti a decorrere dalla prossima legislatura e l’introduzione della contribuzione facoltativa a favore della previdenza complementare. Lo ha annunciato oggi pomeriggio il presidente del Consiglio Andrea Rosset durante la conferenza di fine anno tenuta insieme ai componenti della giunta Viérin. 

 

«Ottemperando a un ordine del giorno approvato a novembre, nel pomeriggio di oggi - ha spiegato Rosset - ho depositato una proposta di legge in materia di vitalizi. La proposta, da me sottoscritta in qualità di coordinatore del tavolo di lavoro istituito ad hoc e composto dai capigruppo consiliari e dell’ufficio di Presidenza, è il frutto di un ampio e articolato confronto che ha visto la partecipazione e il contributo di tutti i gruppi consiliari, ad eccezione del M5S». L’iniziativa legislativa disciplina anche la pubblicazione, sul sito internet del Consiglio, dei nominativi e degli importi percepiti dai consiglieri a titolo di prestazioni previdenziali o di assegno vitalizio. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi