Ad Asti si ride con il cabaret di tre grandi comici Giuseppe Giacobazzi, Andrea Pucci, Paolo Ruffini

Giuseppe Giacobazzi. Comico romagnolo doc, è tra i personaggi di punta di Zelig
si esibisce sabato, la serata è già sold out


Pubblicato il 11/01/2018
asti

Sul suo schermo sono passati grandi film, sul palco ha accolto attori e stagioni teatrali. Per anni punto di riferimento del cinema e del teatro, l’ex Politeama non ha rinunciato alla sua vocazione artistica: oggi diventato Palco 19, con una scenografia che lascia intatto il ricordo del passato, lo spazio di via Ospedale accoglie musicisti, band e dj, ma anche volti noti della comicità italiana.  

 

Il cartellone cabaret si apre con 3 artisti amati dal grande pubblico: s’inizia sabato 13 gennaio con Giacobazzi, si continua con Andrea Pucci (24 marzo) e Paolo Ruffini (21 aprile).  

 

Andrea Sasdelli, in arte Giuseppe Giacobazzi, comico romagnolo doc, è tra i personaggi di punta di Zelig, trasmissione tv che lo ha visto protagonista dal 2006. Artista poliedrico, ha iniziato come conduttore radiofonico, per arrivare in libreria (il successo più recente nel 2016 con «Un po’ di me» scritto con Carlo Negri), alle fiction e al cinema, senza dimenticare il teatro. Dopo le tournée di «Apocalypse» e «Un po’ di me. Genesi di un comico» torna in scena con «Io ci sarò». Appuntamento sabato alle 21 al Palco 19, per una serata che è già sold out. «Il nostro è un lavoro fatto anche di viaggi e durante i viaggi ti trovi inevitabilmente a pensare – anticipa Giacobazzi nella presentazione dello spettacolo - Oggi mi rendo conto di essere un genitore over 50 e quindi mi sono ritrovato a pensare: riuscirò a vedere i miei nipoti? Nel caso, riuscirò a rapportarmi come fa un nonno e quindi a viziarli, a giocare con loro, a parlarci e raccontargli delle storie, cercando di dare consigli che non verranno sicuramente ascoltati, a spiegargli anche questo buffo movimento di sentimenti che è la vita?». 

 

Da questa riflessione l’idea di un nuovo spettacolo, un viaggio che si concentra sullo scarto tra le diverse generazioni e i differenti linguaggi che le caratterizzano, alla ricerca di un «metodo» per comunicare: «Per poter parlare ai miei nipoti, penso sia fondamentale adeguarmi ai tempi, o perlomeno provare a usare, se non il loro linguaggio, almeno le loro tecnologie, cosciente che domani saranno comunque vecchie. Ho pensato di lasciare un videomessaggio che possa spiegare ed eventualmente interagire con i miei possibili futuri nipoti. E per farlo, l’unico modo che conosco, è farlo davanti ad un pubblico».  

 

Firmato dallo stesso Giacobazzi con la collaborazione ai testi di Carlo Negri, lo spettacolo porta l’artista a calarsi nei panni del nonno attraverso un percorso dagli eroi di ieri a quelli di oggi, dai ricordi dell’infanzia al mondo delle tecnologie, passando per i fumetti, tutto raccontato con uno stile inconfondibile e battute irresistibili. E l’invito alla serata arriva anche dalla pagina Facebook di Giacobazzi, aggiornata ogni giorno con un «diario di bordo» per raccontare le tappe su è giù per l’Italia. Proprio con l’annuncio delle prossime date, Asti compresa, l’invito ai fan: «Amici, vi aspetto in teatro». 

 

Andrea Pucci  

Al Palco 19, l’appuntamento con la comicità continua. Il 24 marzo il ritorno di Andrea Pucci: per la terza stagione consecutiva ospite nello spazio di via Ospedale, porterà in scena «In…tolleranza zero», tappa di un nuovo tour nei teatri iniziato ai primi di gennaio per arrivare fino a maggio. 

 

Paolo Ruffini  

Il 21 aprile sarà la volta di Paolo Ruffini: in passato ospite dell’Asti Film Festival con il docufilm «Resilienza» in questa stagione nuovamente alla conduzione della trasmissione tv di Colorado, a Natale al cinema con «Super Vacanze di Natale», Ruffini torna in teatro con lo spettacolo «Io doppio». 

Biglietti disponibili su ticketone e alla biglietteria del Palco 19, tutti i venerdì dalle 19. Info: www.palco19.com 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno