Due funerali per l’addio a Mattia, Luca e Mary

La verità del medico legale incaricato dalla Procura: “I tre uccisi dal monossido”
ANSA

Luca Baroni, Mary Mele e Mattia Baroni sono morti insieme intossicati dalla caldaia di casa


Pubblicato il 15/01/2018
VIGNOLE BORBERA

C’è anche la certezza scientifica: è stato il monossido di carbonio a uccidere Luca Baroni, 48 anni, la sua compagna Mary Mele, di 44, e il figlio di lui, Mattia, diciannovenne. La relazione del medico legale Pier Domenico Governa deve ancora essere elaborata e integrata con i risultati degli esami tossicologici, ma il perito, dopo le autopsie eseguite tra venerdì e sabato all’obitorio di Novi Ligure, ha già fornito al magistrato le prime informazioni che confermano la causa della morte (così come fin dall’inizio era stata ipotizzata), avvenuta nella tarda serata, o nella notte, tra domenica e lunedì scorsi.  

 

LEGGI ANCHE Tragedia in Val Borbera: una famiglia di tre persone sterminata dal monossido di carbonio  

LEGGI ANCHE Famiglia sterminata dal monossido a Vignole Borbera: indagine sulla caldaia che li ha uccisi  

LEGGI ANCHE Solo l’autopsia chiarirà la verità sulla morte della famiglia sterminata dal monossido a Vignole  

 

Il pm Giancarlo Vona, nel primo pomeriggio di sabato, ha firmato i nulla osta per consentire alle famiglie di organizzare i funerali. Avverranno nello stesso giorno della tragica scoperta dei corpi senza vita, nella casa di Vignole, in località Molino 9, dove un tempo c’erano le abitazioni degli operai della vecchia Filanda Borbera. L’alloggio, che era di proprietà di Luca Baroni, ora è sotto sequestro. I carabinieri, impegnati nelle indagini per fare luce sulla disgrazia, non hanno ancora potuto recuperare il libretto di manutenzione per capire quando e se fossero stati fatti, di recente, dei controlli alla caldaia da cui è fuoriuscito il monossido mortale.

 

 

Sabato, appena ottenuto il nulla osta dalla procura, l’impresa di onoranze funebri ha fissato i funerali che si svolgeranno, tutti, se pur in due cerimonie diverse, oggi, stesso giorno della settimana, lunedì, in cui otto giorni fa fu scoperta la tragedia. La madre del ragazzo, preoccupata perché il figlio non rispondeva a telefonate ed sms, aveva dato l’allarme: i vigili del fuoco erano entrati in casa passando da una finestra; poi, avevano aperto la porta ai sanitari del 118 e ai carabinieri. I soccorritori erano rimasti impotenti di fronte all’irreversibilità del dramma.  

 

Alle 11 di oggi, dunque, nella chiesa di Arquata, il parroco don Pasqualino Piccinini celebrerà il funerale di Mary Mele, originaria del paese, anche se da tempo si era trasferita. Parrucchiera, aveva lavorato a Busalla e ora aveva un negozio di acconciature a Gavi. La salma sarà poi cremata.  

Si celebrano, invece, sempre oggi ma nel pomeriggio alle 15, nella parrocchiale di Vignole, le esequie di Luca e Mattia Baroni; seguirà la tumulazione nel cimitero del paese.  

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno