Il cane guida perde troppi peli, il taxi non fa salire una donna non vedente

AP


Pubblicato il 19/01/2018

Diana non abbandona mai la sua proprietaria Alessandra. Lei è una cagnolina per non vedenti e la sua amica umana è nata cieca. In due vanno ovunque, a partire dal lavoro in banca: quando la donna entra in ufficio, la Labrador si accuccia vicina alla sua scrivania e aspetta il momento poi di uscire. 

 

Tutto bene, tranne per un problema: a Trieste dove abita fatica a prendere un taxi perché Diana perde “troppo” pelo. «Amo viaggiare e altrove non ho mai avuto alcun problema - racconta la donna al Piccolo di Trieste -. A Udine e Mestre mi fanno sedere sul sedile davanti così Diana può restare fra le mie gambe. Se perde il pelo, basta poi sbattere il tappetino a fine corsa». 

 

Ci sono i taxisti gentili e disponibili, però sembra che quelli che non accettano la sua cagnolina siano non così pochi. Un vero problema per lei che prende quel tipo di mezzo tre o quattro volte al giorno: «Se una volta chiarivo fin dall’inizio che ho un cane guida, adesso, pur di ottenere una corsa, evito di dirlo. Mi conoscono, sanno dove abito. Così ho cominciato a chiamare dando un indirizzo ogni volta leggermente diverso da quello di casa mia. Poi però noto che arrivano in ritardo. Richiamo il centralino, e cominciano le scuse. L’auto non si è messa in moto, il tassista non l’ha vista e adesso non può fare la retromarcia... In poche parole, quando si accorgono che ad averli chiamati sono io, tirano dritto. E io devo aspettare qualche magnanimo che venga a prendermi». 

 

Il caso è stato affrontato anche dai vigili urbani che hanno ricordato come il regolamento comunale obblighi i tassisti a far salire i cani guida. Dalla cooperativa Radio Taxi di Trieste si difendono: «Non è che questo cane perde peli, è che perde un tappeto di peli - così il presidente Davide Secoli-. L’auto diventa indecente e gli altri clienti si lamentano. La signora non è mai comunque rimasta in strada. Se c’è una ventina di colleghi che si rifiuta di farla salire, se la prenda con loro, non con tutta la cooperativa. Siamo comunque pronti a trovarci con le forze dell’ordine per trovare una soluzione».  

 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

home

home

Videoadozioni

Sfondi lazampa
Da oggi non solo per il tuo PC ma anche
per il tuo cellulare
scarica lo sfondo del mese
Il libro